Commissione per la selezione esperti psicologi ex art. 80 – Avviso

L’UEPE ha chiesto al Ns Ordine di dare diffusione del seguente avviso:

Con Decreto del Dirigente dell’Ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna per la Toscana e per l’Umbria è stata istituita la Commissione per la selezione degli esperti psicologi ex art. 80. La Commissione procederà ad accertare l’idoneità degli aspiranti esperti presso gli UEPE della Toscana e dell’Umbria.

E’ richiesta la disponibilità di un professionista psicologo, esperto in materia, ad espletare funzioni di membro supplente nelle sessioni di commissione per la selezione degli aspiranti esperti per l’elenco del territorio della Corte d’Appello di Perugia, sessioni che si terranno a partire dal mese di gennaio presso la sede UDEPE di Perugia.

Si specifica che l’incarico è a titolo non oneroso e senza alcun rimborso spese.

Le candidature dovranno essere inviate a mezzo e-mail al seguente indirizzo: laura.borsani@giustizia.it a stretto giro per consentire l’integrazione del Decreto prima dell’inizio dei lavori di commissione che si prevedono subito dopo le festività natalizie.

CHI FORMA PSICOTERAPEUTI NON FORMI COUNSELOR

Documento approvato all’unanimità dal Consiglio Ordine Psicologi Umbria. Sarà creata una “white list” delle Scuole che non formano i cosiddetti counselor, avviata ogni opportuna iniziativa per superare questa assurda situazione. Il documento sarà portato all’attenzione del CNOP e degli altri Consigli regionali.

LEGGI IL DOCUMENTO

“EMPOWERMENT ORGANIZZATIVO.UNA RISORSA E UN OBIETTIVO NELL’AMBITO PROFESSIONALE” – Terni 21 novembre 2018

Soffitti di cristallo, violenza, discriminazioni. Nei vari volti del disagio femminile c’è un filo rosso che l’Ordine Nazionale degli Psicologi, in sinergia con gli Ordini regionali, ha deciso di prendere in mano e di riavvolgere per interrompere consuetudini sociali e culturali che minano la parità di genere. Ne sono nati una ricerca e un programma di eventi in un mese, novembre, interamente dedicato al tema dell’empowerment femminile. Approdata anche in Umbria, l’iniziativa, gestita dall’Ordine regionale Psicologi, Gruppo di Lavoro Pari Opportunità coordinato dalla dott.ssa Marina Brinchi, è giunta alla creazione di una rete interprofessionale in favore dell’inclusione femminile nei ruoli professionali di vertice fino ad ora per la gran parte negati.

Comune di Perugia – Avviso Pubblico per la costituzione di un elenco aperto di mediatori familiari a disposizione dei cittadini dei tre Comuni della Zona sociale n. 2, per accedere ad interventi di mediazione familiare finanziati con POR – CUP I89I17000210009

Si segnala la pubblicazione di un Avviso Pubblico attraverso il quale il Comune di Perugia intende costituire un elenco qualificato e diversificato di soggetti esperti in mediazione familiare, con lo scopo di offrire interventi di mediazione familiare quali strumenti di supporto a genitori che si trovano ad affrontare un evento separativo.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata entro e non oltre il 16 novembre p.v.

Avviso, bando, modalità di presentazione della domanda ed altre informazioni sono disponibili al link:

http://www.comune.perugia.it/articoli/avviso-elenco-mediatori-familiari

Seminario VIOLENZA IN FAMIGLIA. Prevenzione, contrasto, tutela dei soggetti deboli e responsabilità genitoriale

Venerdì 16 Novembre 2018 – dalle ore 10.00 alle ore 14.00
Presso la sede dell’Ordine

Il Seminario è organizzato dalla S.I.P.E.A.- Onlus.

INGRESSO GRATUITO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Per prenotarsi inviare una mail a: info@sipea.eu o telefonare al numero 06 4465977 (dal lun. al ven. h. 10-13.30)
www.sipea.eu

LOCANDINA

Indagine sulla soddisfazione dei propri Iscritti

 

L’Ordine degli Psicologi dell’Umbria promuove una indagine sulla soddisfazione dei propri Iscritti.
Mediante:

– Questionari distribuiti agli eventi

-Questionario online sul sito www.ordinepsicologiumbria.it

-Indagine telefonica a campione

La Tua opinione è importante. Collabora!!

UNA MOBILITAZIONE NECESSARIA

L’Ente Italiano di Normazione, UNI, ha lanciato una consultazione pubblica per verificare la possibilità/necessità di regolamentare i Counselor. Counselor è l’equivalente di Consulente avendo la medesima radice etimologica. Facile comprendere come l’utilizzo di terminologia inglese ha un evidente effetto confusivo. Il Counselor effettua Consulenze, ma in quale ambito? Ritengo possa considerarsi doveroso indicare l’ambito nel quale si offre il Counseling. Gli ambiti possono essere innumerevoli: giuridico, commerciale, medico, psicologico, ingegneristico, sportivo, linguistico, scolastico, artistico, filosofico, infermieristico, olistico, nutrizionale, ecc.

Il Counselor/Consulente si qualifica come professione di aiuto. Certamente chi chiede una Consulenza/Counseling sta chiedendo aiuto e consiglio.

Se voglio predisporre la mia dichiarazione dei redditi chiedo la consulenza/aiuto ad un Commercialista o a un Ragioniere. Se litigo con il mio vicino, prima di partire con una denuncia o una causa, chiedo una consulenza legale. Prima di far un intervento chirurgico chiedo una consulenza (il termine utilizzato in medicina è consulto) ad un Medico Specialista. Se devo acquistare un appartamento chiedo la consulenza ad un Notaio e ad un Architetto. E così via.

In Italia ed in Europa esistono professioni “ordinate”, regolamentate con legge, e professioni non regolamentate. È alquanto evidente che una Consulenza/Counseling in un ambito professionale regolamentato dalla legge può essere efficacemente effettuato solo da un Professionista abilitato. Se io chiedo una consulenza/counseling “legale” devo rivolgermi, obbligatoriamente, ad un avvocato.

Anche per questi motivi è necessario VOTARE NO.
VOTARE NO perché si tratta di una proposta confusiva sulle competenze e responsabilità professionali e che non aiuta i cittadini.

E’ importante che tutti i Professionisti ed i Cittadini votino NO, anche per la difesa della salute di tutti noi.

Votare è semplice

1) Di accedi al link dell’UNI: http://bit.ly/2QVSEN4

2)Si scrive NO alla domanda “Ritieni che il progetto rispecchi i bisogni del mercato di riferimento?”

3) Alla richiesta di motivazione: “la figura del Counselor/Consulente è confusivi e si sovrappone alle Professioni Ordinate.

Votate e invitate a votare tutti. Colleghi e Cittadini. Tutti hanno diritto al voto.

DIFENDIAMO LE PROFESSIONI ORDINATE, LA SALUTE E GLI INTERESSI DEI CITTADINI CHE HANNO DIRITTO A PRESTAZIONI PROFESSIONALI GARANTITE DAGLI ORDINI.

Aule stracolme e sbocchi impossibili: e gli Psicologi?

David Lazzari (Presidente Ordine Umbria)

E’ caldo il tema del numero chiuso a Medicina: lo si vorrebbe abolire.

Potremmo essere d’accordo sul principio. Ma i principi possono fallire sulle questioni pratiche: vogliamo medici che sappiano curarci? Riteniamo giusto che un ragazzo studi tanti anni per restare disoccupato?

Penso che la risposta sia un SI alla prima domanda e un NO alla seconda.