REGGIO EMILIA: PUNIZIONI INFLESSIBILI A CHI HA COLPE MA NO A GENERALIZZAZIONI E STRUMENTALIZZAZIONI

Pubblichiamo il comunicato odierno del CNOP e una dichiarazione del presidente del nostro Ordine David Lazzari.
“Saremo inflessibili nel condannare ma i gravissimi comportamenti di due psicologi non possono essere strumentalizzati per altri fini. Siamo una delle professioni con il più basso numero di coinvolgimenti in inchieste giudiziarie e questo vuol dire qualcosa. Quindi: nessuna indulgenza a chi sbaglia ma nessuna ingiustificata generalizzazione come qualcuno sta provando a fare. Tutelare i minori è occuparsi dei fatti di Reggio, fare luce sino in fondo e far sì che non si ripeta. Ma è anche occuparsi delle migliaia di bambini e ragazzi che non hanno tutele psicologiche perché i servizi sanitari sono sguarniti, perché nelle scuole e nei servizi sociali non c’è lo psicologo. E i pochi che ci sono sono volontari, precari o sottopagati. Reggio è uno scandalo ma anche questo lo è… e forse questa brutta vicenda dovrebbe servire a fare luce anche su questa situazione che penalizza soprattutto i più deboli e bisognosi.” David Lazzari, presidente Ordine Psicologi Umbria

COMUNICATO CNOP

Commenti chiusi