AVVISO – CHIUSURA AL PUBBLICO SEGRETERIA

In un’ottica di prevenzione ed allineamento con le indicazioni generali previste per le Istituzioni Pubbliche si comunica che da mercoledì 11 marzo 2020 la segreteria dell’Ordine resterà chiusa al pubblico fino a data da destinarsi, a seconda dell’andamento dell’emergenza inerente la diffusione del virus “Covid-19” e delle indicazioni normative che interverranno successivamente.

I servizi verranno comunque garantiti a mezzo e-mail e telefono nei seguenti orari:

 LUNEDI’, MERCOLEDI’, VENERDI’ dalle ore 10.00 alle ore 12.00;
 MARTEDI’, dalle ore 15.30 alle ore 17.30;
 GIOVEDI’ dalle ore 15.00 alle ore 17.00;

AVVISO – rinvio elezioni Consulta degli Iscritti Senior

Si comunica che con decreto del Presidente è stata rinviata a data da destinarsi, a seconda dell’andamento dell’emergenza inerente la diffusione del virus “Covid-19” e delle indicazioni normative che interverranno successivamente, la seduta elettorale per la Consulta degli Iscritti “Senior”, originariamente prevista per il giorno 28 marzo 2020.

Resta invariato al giorno 14/03/2020 il termine ultimo per la presentazione delle candidature.

Decreto n. 6 del 09.03.2020 – rinvio elezioni Consulta Senior

AVVISO – rinvio elezioni Consulta giovani psicologi

Si comunica che con decreto del Presidente è stata rinviata a data da destinarsi, a seconda dell’andamento dell’emergenza inerente la diffusione del virus “Covid-19” e delle indicazioni normative che interverranno successivamente, la seduta elettorale per la Consulta dei Giovani Psicologi, originariamente prevista per il giorno 28 marzo 2020.

Resta invariato al giorno 14/03/2020 il termine ultimo per la presentazione delle candidature.

Decreto n. 5 del 09.03.2020 – rinvio elezioni Consulta giovani psicologi

Un vademecum anti-ansia degli Psicologi nelle farmacie italiane

Epidemia COVID-19. Il Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi ha approntato un pieghevole di aiuto e orientamento psicologico per cittadini che viene messo a disposizione anche dei Farmacisti, potendo raggiungere tramite le Farmacie una vasta porzione della popolazione.

5 indicazioni anti-ansia e 3 buone pratiche per affrontare l’emergenza. L’obiettivo è aiutare le persone in questa emergenza per evitare che le paure divengano panico ed aumentino lo stress, per aiutarle a proteggersi con pensieri ed emozioni adeguati e comportamenti corretti.

“Cerchiamo di favorire un atteggiamento psicologico adeguato, perché da qui nascono le nostre emozioni ed i comportamenti concreti di ciascuno. Con l’obiettivo di favorire situazioni protettive per i singoli e la collettività. Ringrazio l’Ordine dei Farmacisti per la collaborazione, l’AssoFarm e Federfarma per la sensibilità dimostrata.” ha commentato il presidente del Consiglio Nazionale Ordine Psicologi David Lazzari.

“La Farmacia è un presidio per i cittadini, non solo per i farmaci ma anche per servizi e informazioni. Questa iniziativa con l’Ordine degli Psicologi si colloca nella scia di numerose esperienze di collaborazione con la professione psicologica che valorizzano il concetto di “Farmacia dei Servizi” e consentirà di fornire uno strumento utile ai cittadini” ha sottolineato il presidente della Federazione degli Ordini dei Farmacisti Andrea Mandelli.

Scarica il Vademecum

Settimana del Cervello Umbria 2020 – Rinvio in Autunno

Comunicato Stampa

Rinvio in Autunno
Settimana del Cervello Umbria 2020

A seguito delle direttive nazionali riguardanti lo svolgimento di eventi pubblici, il Comitato Organizzativo della Settimana del Cervello Umbria ha deciso, in accordo con i singoli organizzatori, di rinviare l’intera manifestazione al prossimo autunno.

Ringraziamo Tutti per la collaborazione ed invitiamo la cittadinanza a seguire gli aggiornamenti tramite il sito e i social ufficiali della Settimana del Cervello Umbria.

Per info
www.umbriasettimanadelcervello.it
neuropsychonet@gmail.com
Dr.ssa Corinna Bolloni; Tel: 324 8603603; corinnabolloni@gmail.com
Dr.ssa Majla Trovato; Tel. 340 0780334; majla.trovato@gmail.com

Gli Psicologi per il problema “coronavirus”

In relazione all’andamento epidemiologico dell’infezione da Coronavirus in Italia, si comunica che l’Ordine degli Psicologi della Regione Umbria, nella persona del Presidente Dott. David Lazzari e della Consigliera dell’Ordine Dott.ssa Mara Eleuteri che coordina il GdL Psicologia dell’Emergenza, si sta raccordando con le Associazioni presenti sul territorio regionale che hanno al loro interno professionisti psicologi che operano nell’ambito dell’emergenza-urgenza, al fine di coordinare le risorse disponibili.

L’obiettivo è quello di garantire un adeguato e pronto intervento qualora la Protezione Civile regionale ritenesse necessaria l’attivazione e l’utilizzo della nostra figura professionale.

Gli Psicologi umbri si atterranno alle indicazioni fornite dal CNOP per la loro attività e l’Ordine regionale diffonderà le indicazioni per il supporto psicologico alla popolazione fornite in sede nazionale.

“Stiamo facendo un lavoro di coordinamento a livello nazionale – ha dichiarato il presidente dell’Ordine umbro e del CNOP David Lazzari – affinchè la professione psicologica faccia la sua parte a tutti i livelli in questa difficile contingenza nazionale”.

Progetto FAMI 2014-2020 PROG – 2059 FOR.Migrants: For.mazione e servizi per MIGliorare la Risposta degli Attori del territorio alle Necessità di Tutela della Salute dei rifugiati e richiedenti asilo

ANCI Umbria, insieme all’USL Umbria 2, è partener del progetto FAMI 2014-2020 PROG – 2059 FOR.Migrants: For.mazione e servizi per MIGliorare la Risposta degli Attori del territorio alle Necessità di Tutela della Salute dei rifugiati e richiedenti asilo, di cui è capofila la USL Umbria 1.

Il progetto è volto a garantire una diffusa e funzionale conoscenza delle problematiche e delle opportunità in materia di salute dei rifugiati e richiedenti asilo tra questi ultimi e tra gli operatori che a vario titolo intervengono nel processo di integrazione e assistenza.

Nell’ambito del progetto in oggetto la USL Umbria 1 organizza una serie di corsi di formazione rivolti agli operatori sanitari, operatori sociali e personale amministrativo delle istituzioni territoriali.

La partecipazione alle attività formative è gratuita ed aperta a tutti gli interessati.

I corsi sono accreditati ECM e riconosceranno crediti a tutte le professioni sanitarie.

Vi invitiamo a prendere visione del programma formativo e ad iscrivervi ai primi 5 corsi, in partenza dal mese di marzo:

* Principi e tecniche di nursing transculturale (12 ore);
* L’individuazione dei migranti richiedenti asilo e rifugiati vittime di violenza grave (8 ore);
* Introduzione alla mediazione culturale (16 ore);
* Aspetti sociologici e psicologici dell’immigrazione (12 ore);
* Fondamenti psicologici della comunicazione per la relazione con rifugiati e richiedenti asilo (16 ore);

Per ulteriori informazioni ed iscrizioni ai corsi consultare il link:

https://www.uslumbria1.it/notizie/progetto-for-migrants

Novità 2020 per i professionisti esercenti attività sanitaria

Si riporta una sintetica informativa riguardo alle principali novità riguardanti i professionisti che esercitano attività sanitaria introdotte dai recenti interventi normativi di fine anno 2019.

In particolare:

Detraibilità spese sanitarie solo con pagamenti tracciabili
All’art. 1, commi 679 e 680 della Legge di Bilancio 200 n. 160/2019 (pubblicata in G.U. il 30.12.2019), si prevede che a partire dal 1.1.2020 ai contribuenti persone fisiche è consentita, in dichiarazione dei redditi, la detraibilità nella misura del 19% degli oneri di cui all’art. 15 del TUIR, tra cui anche le spese sanitarie, solo a condizione che il pagamento delle stesse sia effettuato con versamento bancario o postale o con altri sistemi di pagamento tracciabili – bonifici, assegni, carte di credito, di debito o prepagate – pena la perdita della detrazione.

In sintesi:

• a partire dall’1.1.2020 i pazienti del professionista persone fisiche, nei confronti dei quali viene svolta una prestazione di natura sanitaria, se vorranno avere la possibilità di portare in detrazione la spesa sostenuta nella dichiarazione dei redditi dovranno pagare la prestazione esclusivamente con forme di pagamento tracciabili, come sopra indicate;

• l’utilizzo del contante può essere accettato (nei limiti della normativa antiriciclaggio), non essendo né precluso né vietato, ma non consente ai pazienti persone fisiche la detraibilità della spesa sanitaria in dichiarazione dei redditi;

• tra i sistemi di pagamento tracciabili sono ricompresi anche quelli effettuati con carte di credito, di debito o prepagate; per consentire tali ultimi pagamenti è necessario dotarsi di Pos. L’obbligatorietà dell’utilizzo di tale strumento di pagamento tracciabile era già stato introdotto dalla normativa nel 2014, anche se ancora per il mancato utilizzo non sono ancora previste sanzioni. Il Pos può essere messo a disposizione da un istituto bancario o postale da altri soggetti operanti in tal ambito; gli elementi da porre a confronto per la scelta tra più offerte sono il costo una tantum dell’apparecchio, il canone mensile e la commissione applicata su ciascuna transazione. Il Consiglio Nazionale sta esplorando la possibilità di convenzioni nazionali per i professionisti per la dotazione di Pos o altri strumenti equivalenti con condizioni favorevoli riguardo ai costi e ai servizi;

• l’accettazione di pagamenti con assegni o bonifici può sostituire la modalità di pagamento tracciabile attraverso Pos o altri strumenti equivalenti;

• nella ricevuta sanitaria dovrà essere riportata la modalità di pagamento utilizzata dal paziente al fine da consentire la completa informativa al Sistema Tessera Sanitaria nel momento dell’invio obbligatorio dei dati.
La novità appena illustrata non riguarda le spese sanitarie sostenute per l’acquisto di medicinali e dispositivi medici, nonché quelle rese dalle strutture pubbliche o da strutture private accreditate al Servizio Sanitario Nazionale.

Divieto di emissione della fattura elettronica per le prestazioni di natura sanitaria
Il D.L. 124/2019 collegato alla manovra finanziaria, convertito in Legge n. 157/2019 e pubblicato nella G.U. del 24.12.2019, estende a tutto il 2020, come già è avvenuto per il 2019, il divieto di emettere fattura elettronica per tutte le prestazioni sanitarie effettuate nei confronti di pazienti persone fisiche.

In particolare:

I professionisti che si trovano in regime fiscale semplificato:
– hanno il divieto di emettere fattura elettronica a fronte di prestazioni sanitarie svolte nei confronti di pazienti persone fisiche
– sono obbligati invece all’emissione della fattura elettronica a fronte di prestazioni sanitarie svolte per conto di soggetti diversi da persone fisiche (strutture sanitarie, cliniche, poliambulatori, cooperative, altri professionisti ecc.)
– sono obbligati all’emissione di fatture elettroniche per tutte le prestazioni diverse da quelle sanitarie e per qualsiasi tipo di prestazione svolta nei confronti di enti pubblici. In questo ultimo caso la fattura elettronica deve essere emessa secondo le modalità FatturaPA;

• i professionisti che si trovano in regime fiscale forfetario o minimo:
– in virtù del particolare regime fiscale nel quale si trovano non emettono fattura elettronica né per le prestazioni sanitarie effettuate nei confronti di chiunque, né per le prestazioni non sanitarie
– sono obbligati invece all’emissione di fatture elettroniche per qualsiasi tipo di prestazione svolta nei confronti di enti pubblici. In questo ultimo caso la fattura elettronica deve essere emessa secondo le modalità FatturaPA.

AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI PROFESSIONISTI NELL’AMBITO DEL PROGETTO In.S.T.R.A.D.A.

In.S.T.R.A.D.A. è un progetto realizzato nell’ambito dell’avviso pubblico per la presentazione di Progetti Sperimentali del terzo settore_azioni innovative di welfare territoriale in attuazione delle misure previste dal POR FSE 2014-2020 Regione Umbria. I partener di progetto sono: SCS POLIS, SCS Nuova Dimensione e Cooperativa Sociale Perusia Onlus.

ABSTRACT DEL PROGETTO

LINK AVVISO