No a pubblicità ingannevoli

Il presidente dell’Ordine ha inviato la diffida che pubblichiamo ad una serie di società che presentano pubblicità a pagamento come valutazioni delle capacità professionali, fornendo in tal modo una indicazione fuorviante agli utenti. Chiesto l’intervento delle Autorità per la concorrenza e per la comunicazione. Sì alla pubblicità, no a possibili forme di manipolazione.

DIFFIDA

Commenti chiusi