Gli psicologi e la privacy, cosa cambia?

Dal 25 maggio 2018 cambia il quadro normativo in materia di protezione dei dati personali, fortemente modificato dall’entrata in vigore del Regolamento europeo 2016/679 (General Data Protection Regulation – di seguito “GDPR” o “Regolamento”).

Fino ad oggi la tutela dei dati personali era affidata alla direttiva 95/46/CE, recepita da ciascuno Stato membro dell’Unione Europea con proprie norme locali. In Italia la direttiva fu recepita con il ben noto D.Lgs 196 del 2003 (cd. “Codice Privacy”) che ad oggi ha rappresentato a livello italiano il riferimento centrale, culturale e burocratico, per il trattamento di tutti i dati personali.

Leggi il documento

Commenti chiusi